Dopo la fase di muta, i tuoi canarini meritano un periodo di riposo e cura particolare per recuperare le energie e mantenersi sani. Sappiamo che durante la delicata fase della muta l’alimentazione deve essere molto variegata e integrata con del pastoncino con un adeguato contenuto di grassi e proteine. Al termine della muta potrebbe essere un errore alterare completamente l’alimentazione. Infatti nel periodo post-muta, detto periodo del riposo o del mantenimento, è bene continuare a offrire ai canarini, seppur in maniera meno frequente, un buon pastoncino. Il pastoncino da preferire è un semimorbido. Ti consiglio di visitare questa pagina che ti lascio qui sotto per approfondire il tema pastoncini per canarini.

Ovviamente offri una buona miscela di semi per canarini, che in prevalenza sia composta da scagliola. Lascia l’osso di seppia in gabbia.

la nostra scelta per il periodo del riposo

È il periodo più adatto per la cura delle unghie e del becco dei canarini

Al termine della muta, il becco e le unghie dei tuoi canarini potrebbero presentarsi più lunghi del normale. Toccherà a te o a un allevatore più esperto rimuovere l’eccesso di lunghezza di queste parti. Vediamo come fare.

1. Assicurati di avere a portata di mano tutti gli strumenti necessari, come forbici per unghie o tagliaunghie. Inoltre, tieni a portata di mano un batuffolo di cotone imbevuto d’acqua nel caso in cui dovesse verificarsi una piccola emorragia.

2. Posiziona il tuo canarino in un’area ben illuminata, in modo da poter vedere chiaramente le unghie e il becco.

3. Taglio delle unghie: con molta attenzione, afferra il piede del canarino e osserva le unghie. Taglia solo la parte trasparente e appuntita dell’unghia, evitando di tagliare il vaso sanguigno. Si vede bene all’interno dell’unghia questa vena di colore rosso. Non va assolutamente tagliata. Tagliare la vena causerebbe sanguinamento e dolore.

4. Taglio del becco: osserva attentamente il becco del tuo canarino. Solo se il becco è eccessivamente lungo o irregolare, puoi tagliarlo con estrema cautela. Usa un tagliaunghie o delle forbicine per rimuovere solo la parte in eccesso, evitando di danneggiare il tessuto sensibile.

5. Se hai un dubbio, consulta un veterinario: Se non ti senti sicuro di tagliare le unghie o il becco del tuo canarino, è meglio consultare un veterinario specializzato in uccelli. Sarà in grado di eseguire la procedura in modo sicuro e professionale.

Leggi anche

Altri consigli utili

Durante il risposo, che va da fine estate a inizio inverno, i canarini hanno bisogno si vivere in tranquillità. Evita rumori forti, correnti d’aria e disturbi nella zona in cui si trova la gabbia.

Assicurati che i canarini ricevano la giusta quantità di luce durante il giorno. Il corretto fotoperiodo aiuta a mantenere il loro ritmo biologico. Se è necessario, copri la gabbia durante la notte.

Continua a mantenere pulita la gabbia e il loro ambiente, rimuovendo regolarmente i resti di cibo e cambiando l’acqua tutti i giorni. Una gabbia pulita promuove una buona salute.

Leggi anche

Canarini: fine della muta e riposo

Canarini: fine della muta e riposo


In questa pagina sono presenti link di affiliazione che garantiscono a questo sito una piccola quota di ricavi, senza variazione del prezzo per l’acquirente.


orniinfo

Ciao visitatore, mi chiamo Michele e sono il fondatore di orniinfo.com. Sono un "Millenials" e studente universitario. La mia passione per l'ornitologia nasce a 20 anni, quando ho iniziato a prendermi cura del canarino di mio padre. Ho studiato su molti libri sull'ornitologia e l'esperienza acquisita fa sì che riesca a dare molti consigli a allevatori e birdwatchers, soprattutto a chi è alle prime armi.

0 Comments

Lascia un commento

Avatar placeholder

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *