I nostri canali

La corretta formazione delle coppie e l’igiene in riproduzione sono fondamentali. Ho deciso di parlare dei due argomenti annunciati, nello stesso articolo poiché entrambi vanno affrontati dall’allevatore prima di iniziare il periodo di riproduzione.

La formazione delle coppie

Il primo momento essenziale della riproduzione dei canarini vede la formazione della coppia, l’inserimento del maschio con la femmina. La coppia va avviata alla fase delle cove soltanto se è davvero pronta. Molteplici segnali indicano che i due uccelli possono finalmente accoppiarsi: non basta un maschio che canta a squarciagola, qui trovi i principali sintomi.

Le coppie meno giovani sono solite anticipare le esordienti, spesso per esperienza. Inserire in gabbia una coppia non pronta potrebbe favorire alcuni atteggiamenti spiacevoli: una coppia in cui solo la femmina è pronta darebbe alla luce uova non fecondate. Un maschio in estro potrebbe essere respinto da una femmina ancora “acerba”. 

Vi sono visioni discordanti tra allevatori che riguardano l’inserimento dei due canarini nella gabbia che ospiterà le cove. Alcuni sostengono che è il maschio che deve raggiungere la femmina nella sua gabbia, che deve conoscere bene. Per altri una canarina troppo legata al suo ambiente risulterebbe possessiva verso la propria casa. 

Un consiglio degli allevatori consiste nell’inserire della juta, o comunque materiale per il nido, nello stesso momento in cui i due canarini vengono inseriti in gabbia: la femmina, in mancanza di materiale, potrebbe staccare le penne dalla coda del maschio istintivamente, per costruire il nido

Le nuove coppie potrebbero essere protagoniste di litigi intensi: è bene inserire nelle gabbie due beverini per l’acqua e almeno due mangiatoie di semi e pastone. 

Per una buona riproduzione, i canarini non devono avere carenze alimentari. Per questo un buon multivitaminico per uccelli da gabbia è perfetto per sopperire alle carenze. Prova il nekton-s , il più usato dagli allevatori. #adv

Il ruolo della genetica 

L’allevatore deve conoscere, almeno in parte, come risulterà la prole delle coppie formate, in base alle regole classiche della genetica. Oltre a vari fattori come occhi rossi o mutazioni, gli incroci devono rispettare principi chiave, alla base degli accoppiamenti tra canarini.

Il discorso sugli abbinamenti corretti è molto ampio e tecnico; in generale è legato molto alle mostre e esposizioni. Un pezzato, per i concorsi per canarini di colore, non ha valore ai fini espositivi, ma può essere per l’allevatore un bel canarino da avere e osservare. 

In generale, la regola non scritta da seguire sempre, recita che un canarino con piumaggio INTENSO va accoppiato con uno dal piumaggio BRINATO

Scegli i feltrini per i nidi dei canarini, ideati per la comodità degli uccelli in cova. Valuta qui sotto l’acquisto. #adv

acquista dai banner sul sito per sostenerci e ricevere sconti unici.

Canarini intensi e brinati 

Tutti i canarini, a prescindere dal fatto che appartengano a razze da canto, di colore o di forma e posizione, sono divisi in due categorie principali: intensi e brinati (ci sono anche i mosaico ma saranno trattati in un altro articolo). Oltre che nel colore, la differenza tra intensi e brinati sta nella struttura delle piume; gli intensi hanno piume più dure, i brinati più morbide. Le penne e le piume dei brinati non sono colorate uniformemente fino alla punta.

Un incrocio errato può causare lumps nella prole, una dermopatia legata alle penne.
In molte razze è difficile cogliere le differenze; lo è molto più semplice nei lipocromici gialli e rossi. 
Allevatori esperti accoppiano spesso due intensi o due brinati per fini espositivi, in quanto riescono a migliorare alcuni tratti grazie alle precise regole della genetica. 

Ecco un elenco di accoppiamenti consigliati, con relativa prole

Per i canarini di colore, gli accoppiamenti consigliati sono sempre i seguenti:

Accoppiamenti per colore 

Lipocromico x lipocromico100% lipocromici
Melaninico x melaninico100% melaninici

Accoppiamenti in base al piumaggio

INTENSO X BRINATO50% Intensi e 50% Brinati
MOSAICO X MOSAICO100% MOSAICO
AVORIO X COLORATO50% AVORIO 50% COLORATO

Incrocio sconsigliato

Liprocromico x Melaninico = pezzati 

Gli incroci indicati sopra sono semplici, un allevatore esperto saprà indicare meglio l’accoppiamento più corretto per te.

Igiene 

L’igiene ricopre un ruolo fondamentale nella riproduzione. Una scarsa igiene può condizionare negativamente l’intera riuscita delle cove. Le gabbie vanno sanificate, lavate e pulite con prodotti specifici o con della comune candeggina, diluita con acqua. Allo stesso modo va effettuato prima delle cove un trattamento antiparassitario sui soggetti. 

La polvere di piretro è la più utilizzata per prevenire infestazioni di parassiti nei nidi durante le cove. Valutane l’acquisto qui sotto. #adv

Formazione delle coppie e l’igiene in riproduzione

Formazione delle coppie e l’igiene in riproduzione

linkografia immagini

https://pxhere.com/fr/photo/1153502


In questa pagina sono presenti link di affiliazione che garantiscono a questo sito una piccola quota di ricavi, senza variazione del prezzo per l’acquirente.


orniinfo

Ciao visitatore, mi chiamo Michele e sono il fondatore di orniinfo.com. Sono un "Millenials" e studente universitario. La mia passione per l'ornitologia nasce a 20 anni, quando ho iniziato a prendermi cura del canarino di mio padre. Ho studiato su molti libri sull'ornitologia e l'esperienza acquisita fa sì che riesca a dare molti consigli a allevatori e birdwatchers, soprattutto a chi è alle prime armi.

0 Comments

Lascia un commento

Avatar placeholder

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *