I nostri canali

Il passaggio da una covata alla successiva è un momento chiave per la buona riuscita della riproduzione. La prima covata dell’anno è andata alla grande e i piccoli pulli hanno due settimane di vita. Hanno messo tutte le piume e crescono di giorno in giorno. Addirittura, hanno superato il primo involo e di giorno sono fuori dal nido!

Non preoccuparti invece se la prima covata non è andata come speravi. La seconda è la covata-chiave, quella in cui solitamente si ottengono i migliori risultati. La coppia è certamente pronta a partire ed ha acquisito l’esperienza per non commettere più errori.  

La coppia è pronta per una nuova covata

Dopo circa 15-18 giorni dalla nascita dei pulli, la femmina ricomincia quel ciclo ormonale che l’ha portata alla prima covata. Inserisci in gabbia un nuovo nido e del materiale per la costruzione di esso, come juta, o fibre di varia natura.

Un buon nido interno è questo qui proposto della 2gr. Ideato per i canarini e tutti i fringillidi. Valutalo nel link qui sotto.

Questo della 2gr è un buon nido esterno. Visita il link qui sotto. #adv

Per evitare che la canarina deplumi i pulli, e cioè utilizzi per la costruzione del nuovo nido le piume dei nuovi nati, il materiale fibroso non deve mai mancare in questa fase. 

Bisogna avere alcuni accorgimenti affinché tutto proceda per il verso giusto.

La iuta è il materiale ideale per la costruzione dei nidi dei canarini. Prova la iuta della Sisal Fibre qui sotto. #adv

Innanzitutto, osserva il comportamento della tua coppia. Una femmina che depluma i piccoli, o la presenza sul fondo della gabbia di piccole piume, segnala all’allevatore che la coppia è pronta per una nuova covata. Se sei fortunato puoi assistere al momento dell’accoppiamento. 

Può capitare che la femmina deponga le uova nel nido dove “soggiornano” i pulli della nidiata precedente. In questo caso le uova vanno spostate per lo stoccaggio e sostituite, per essere poi reinserite al quarto giorno dalla prima deposizione.

Nel locale di allevamento, che sia al chiuso o semi-aperto, è fondamentale tener d’occhio i valori di temperatura e umidità, che influenzano in maniera importante la qualità di vita dei tuoi animali. Il termometro digitale neoteck è perfetto per l’allevamento. Provalo qui sotto. #adv

Acquista dai banner presenti sul sito per sostenerci!

Il ruolo del maschio

Nel frattempo, i piccoli della nidiata precedente staranno col padre o in un’altra gabbia o nella stessa della madre divisa al centro dalla griglia. Il papà si occuperà di sfamare i giovani canarini fino allo svezzamento definitivo, dopodiché potrà essere inserito insieme alla canarina in cova.  

Il maschio ha un ruolo fondamentale in questa fase riproduttiva. Hai già visto come il canarino porti il cibo alla femmina in cova. Alcuni aiutano la compagna a covare, altri la sostituiscono nei pochi minuti che lei usa per mangiare prima di tornare nel nido. Tocca al padre portare a svezzamento i piccoli mentre la canarina è partita per la nuova covata. 

Lo svezzamento dei canarini avviene dai trenta ai trentacinque giorni circa. Bisogna essere sicuri del fatto che i piccoli si nutrano autonomamente dei semi. 

I metodi proposti non sono gli unici che si possono attuare, ma i consigliati e i più praticati. Ogni allevatore si affiderà alla propria esperienza. 

Il passaggio da una covata alla successiva


In questa pagina sono presenti link di affiliazione che garantiscono a questo sito una piccola quota di ricavi, senza variazione del prezzo per l’acquirente.


orniinfo

Ciao visitatore, mi chiamo Michele e sono il fondatore di orniinfo.com. Sono un "Millenials" e studente universitario. La mia passione per l'ornitologia nasce a 20 anni, quando ho iniziato a prendermi cura del canarino di mio padre. Ho studiato su molti libri sull'ornitologia e l'esperienza acquisita fa sì che riesca a dare molti consigli a allevatori e birdwatchers, soprattutto a chi è alle prime armi.

0 Comments

Lascia un commento

Avatar placeholder

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *