I semi di lino compongono la maggior parte delle miscele per fringillidi e pappagalli. La pianta Linum usitatissimum è stata portata in Europa dai popoli finnici migliaia di anni avanti Cristo, e, ad oggi, viene coltivata praticamente in tutto il mondo. La pianta di lino, che è una erbacea annuale che non supera i 60 centimetri di altezza, ha dei fiori azzurro-cielo e produce dei frutti che consistono in piccole capsule contenenti i semi. Il lino viene coltivato per i suoi semi ma anche per la sua fibra che è molto pregiata nel settore del tessile.

Il lino in ornitologia

I semi si presentano di piccole dimensioni e con colorazioni che vanno dal giallo al marrone. Sono molto graditi dagli uccellini. Come puoi vedere nella tabella in basso, contengono molte proteine, ma soprattutto omega-3.

Tabella composizione alimento (valori per 100g)

semi di lino%proteine%grassi%zuccherimg argininamg lisina
22 – 23%30-34%25%93.7
mg metioninamg triptofanomg colinamg calciomg fosforokcal
3.81.714.52560080
dati dal sito http://www.rione.it/canarini/lancashire/tabella_alimenti_it.htm

Mangiatoia universale per canarini, estrildidi, piccoli passeriformi.

Clicca qui, prezzo garantito, alta qualità.

#adv

Il seme di lino in ornitologia

link immagini

https://pixabay.com/it/photos/lino-seme-mucillagine-231300/

Il seme di lino in ornitologia


orniinfo

Ciao visitatore, mi chiamo Michele e sono il fondatore di orniinfo.com. Sono un "Millenials" e studente universitario. La mia passione per l'ornitologia nasce a 20 anni, quando ho iniziato a prendermi cura del canarino di mio padre. Ho studiato su molti libri sull'ornitologia e l'esperienza acquisita fa sì che riesca a dare molti consigli a allevatori e birdwatchers, soprattutto a chi è alle prime armi.

0 Comments

Lascia un commento

Avatar placeholder

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *