Avete presente quel seme scuro, piccolo, dalla forma allungata, leggermente curvo, che si trova oltre che nelle miscele di semi, anche unito al pastoncino morbido che si vende nelle uccellerie? Ecco, quello è il seme di Niger.  

Il seme di Niger è uno dei semi più venduti come becchime per uccelli in cattività. Esso si ricava dalla Guizotia Abyssinica, una pianta erbacea annuale che nasce dagli altopiani dell’Etiopia. La pianta fa parte della famiglia delle Asteracee, proprio come il tarassaco, il cardo, il girasole o le margheritine che si usano per produrre la camomilla. La Guizotia fiorisce tra agosto ed ottobre e viene coltivata anche in Italia per la produzione di becchime e di olio ricavato dai semi.  

Ma perché il seme di Niger è molto utilizzato nell’alimentazione degli uccelli domestici? 

Il seme è uno dei preferiti dei fringillidi, molto appetibile per cardellini e verdoni. Ha un buon sapore, contiene proteine e lipidi; è ricco di grassi. 

tabella composizione alimento (valori per 100g)

seme niger%proteine%grassi%zuccherimg argininamg lisinamg metioninamg triptofanomg colinamg calciomg fosforokcal
19.533 – 381883.641.3465
dati dal sito http://www.rione.it/canarini/lancashire/tabella_alimenti_it.htm

linkografia:

https://it.wikipedia.org/wiki/Guizotia_abyssinica

orniinfo

Ciao visitatore, mi chiamo Michele e sono il fondatore di orniinfo.com. Sono un "Millenials" e studente universitario. La mia passione per l'ornitologia nasce a 20 anni, quando ho iniziato a prendermi cura del canarino di mio padre. Ho studiato su molti libri sull'ornitologia e l'esperienza acquisita fa sì che riesca a dare molti consigli a allevatori e birdwatchers, soprattutto a chi è alle prime armi.