I nostri canali

La riproduzione è un periodo impegnativo sia per la coppia di canarini sia per l’allevatore, che deve necessariamente controllare ogni minimo particolare nell’allevamento. L’alimentazione è fondamentale, così come l’ambiente in cui covano le femmine e l’igiene. 

Gli allevatori tramandano da sempre alcune tecniche di riproduzione, che si sono rivelate utili ed efficienti, per alcuni indispensabili. In questo articolo vengono descritte alcune di queste. 

Il maschio al salto 

Se hai la necessità di far accoppiare un canarino maschio con più di una canarina, puoi applicare la tecnica del maschio al salto (o “volante”). Per puro caso ti ritrovi in allevamento con pochi maschi, oppure il tuo canarino possiede tratti fenotipici che vuoi passare alla prole. 

La tecnica del maschio al salto è utile nei casi descritti. 

Essa prevede che un solo maschio si accoppi con più di una femmina, tre al massimo. Allevatori esperti sono in grado di impiegare un solo maschio anche per più di tre femmine. 

Per una buona riproduzione, i canarini non devono avere carenze alimentari. Per questo un buon multivitaminico per uccelli da gabbia è perfetto per sopperire alle carenze. Prova il nekton-s , il più usato dagli allevatori. #adv

Il canarino interessato va inserito in gabbia da solo, in una posizione tale che riesca a osservare le femmine. Quando la prima canarina formerà il nido, andrà inserito in gabbia con lei e andrà a fecondare le sue uova. Alla deposizione del primo uovo, il canarino va reinserito nella gabbia da solo, finché un’altra femmina non è pronta.  

Alcuni allevatori consigliano far avvenire la copula più di una volta per canarina, per aumentare le possibilità di fecondazione

NON tutti i canarini sono adatti alla tecnica del salto. Il maschio deve essere in salute, forte e sano. Le femmine devono essere soggetti tranquilli, in salute e ottime madri. Dovranno crescere da sole i pulli. 

La sostituzione delle uova

Al canarino basta una copula per fecondare la femmina: questa deporrà fino a 7 uova che schiuderanno dopo un paio di settimane. In genere ne vengono deposte 4 o 5. 

Ogni uovo deposto ha bisogno di essere covato dai 13 ai 17 giorni per schiudere. Molti allevatori preferiscono usare il metodo della sostituzione delle uova per far sì che i pulli nascano tutti lo stesso giorno. 

Questa tecnica prevede l’utilizzo di uova finte, spesso in plastica, che hanno la stessa grandezza e forma di quelle deposte dalla canarina.

Non c’è scelta migliore per conservare le uova dei canarini: usa questa scatola in plastica divisa per scomparti, per tenere organizzate al meglio le uova durante la pratica della sostituzione. #adv

È fondamentale per consentire la schiusa lo stesso giorno, con lo scopo di evitare che i piccoli della stessa covata crescano in maniera non omogenea. La canarina comincia a covare dal terzo o quarto giorno, deponendo un uovo ogni mattina. L’inizio della cova non combacia quasi mai con la deposizione dell’ultimo uovo; quindi, le prime deposte schiuderanno prima rispetto alle ultime.  

Come eseguire una corretta sostituzione

Ad ogni deposizione, l’uovo reale va sostituito con uno finto, quotidianamente fino al quarto giorno, quando le uova vere verranno reinserite nel nido. Molti allevatori consigliano di lasciarne uno finto insieme alle reali; sarà utile ad evitare il soffocamento dei pulli più piccoli. La deposizione da parte della femmina avviene solitamente poco dopo l’alba, alle prime luci mattutine. È importante sostituire l’uovo presto affinché la canarina non inizi a covarlo. Sostituire l’uovo dopo che è stato covato anche per poco tempo, potrebbe compromettere la vita dell’embrione.

Le uova vere prima di essere reinserite nel nido vanno conservate in un ambiente asciutto, su ovatta o stoffa, con una temperatura costante di circa 18 – 20 gradi centigradi. È importante ruotare di 180 gradi le uova vere una volta al giorno al fine di evitare che il cuore calcifichi. Questo processo va a simulare quello che fa la canarina ogni giorno. Infatti, essa istintivamente ruota le uova periodicamente.  Occhio a maneggiare le uova! Sono molto fragili.  

Prova queste uova finte per la sostituzione! Visita il link qui sotto. Sono ideali per la sostituzione delle uova. #adv

Le tecniche descritte sono facoltative. Il mio consiglio è di applicare le tecniche del salto e sostituzione uova solo con una certa esperienza, confrontandosi con altri allevatori o articoli/video sul web. Qui altri articoli sulla riproduzione dei canarini.

Acquista dai banner sul sito per sostenerci e ricevere sconti unici.

Tecniche in riproduzione: maschio al salto e sostituzione uova

Tecniche in riproduzione: maschio al salto e sostituzione uova


In questa pagina sono presenti link di affiliazione che garantiscono a questo sito una piccola quota di ricavi, senza variazione del prezzo per l’acquirente.


orniinfo

Ciao visitatore, mi chiamo Michele e sono il fondatore di orniinfo.com. Sono un "Millenials" e studente universitario. La mia passione per l'ornitologia nasce a 20 anni, quando ho iniziato a prendermi cura del canarino di mio padre. Ho studiato su molti libri sull'ornitologia e l'esperienza acquisita fa sì che riesca a dare molti consigli a allevatori e birdwatchers, soprattutto a chi è alle prime armi.

0 Comments

Lascia un commento

Avatar placeholder

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *