Spesso chi alleva uccelli si concentra su una specie e la seleziona sempre più fino al raggiungimento di buoni risultati sia estetici che caratteriali. Molti, invece, allevano per svagare un po’ dalla quotidianità. Altri curano più specie, che magari hanno poco in comune tra loro, se non la passione e l’impegno che deve metterci l’allevatore per far sì che i suoi animali vivano nel migliore dei modi.

Una voliera che faccia da casa a tutti i volatili sarebbe l’ideale per chi possiede molti soggetti e dipingerebbe uno spettacolo agli occhi di tutti.

Se stai pensando di riunire alcuni dei tuoi uccelli nella stessa voliera segui attentamente questi accorgimenti fondamentali.

Allevare in voliera

È molto impegnativo gestire una voliera: l’alimentazione e la pulizia vanno curate nei minimi dettagli.

Uccelli della stessa specie in voliera

Se pensi di introdurre uccelli della stessa specie in voliera, l’unica tua preoccupazione sarà quella di donare lo spazio vitale adeguato ai tuoi pennuti. Mentre in una voliera di due metri di lunghezza ci stanno 10 canarini, una della stessa lunghezza non sarà adatta a ospitare 10 calopsitte.

Occhio ai litigi! Molti uccelli tendono a mostrarsi aggressivi soprattutto nel periodo della riproduzione. In una voliera stanno bene femmine della stessa specie, mentre i maschi potrebbero ferirsi. Se notate delle ferite o del sangue su alcuni soggetti, meglio separarli e lasciarli in gabbia da soli o con meno soggetti. IN generale, più spazio avranno i volatili, meno aggressivi risulteranno.

Quali uccelli possono convivere in voliera

Abbiamo visto finora come gestire voliere per una sola specie di uccello. Se ambisci a tenere più specie insieme, gli espedienti utili di cui tener conti sono molti.  

Innanzitutto, specie distinte seguono alimentazioni diverse. Per ogni uccello dovrà esserci almeno una mangiatoia contenente cibo specifico, sempre fresco.  È consigliabile l’utilizzo di mangiatoie più lunghe, oppure di ciotole in metallo, che diano la possibilità a più soggetti di mangiare insieme.

la nostra scelta a un super prezzo

Acquista dai banner sul sito per sostenerci.

Il secondo aspetto di cui tener conto è la dimensione corporea di ogni specie. Nella stessa voliera possono convivere uccelli di dimensioni simili. I canarini vivono bene insieme ai diamanti mandarino o diamanti di gould, ma non con delle tortore dal collare. 

Alcuni uccelli sono più socievoli

Alcune specie sono più adatte a vivere insieme, altre preferiscono stare con i simili. I diamantini, come i passeri del Giappone, i canarini e i bengalini moscati, tendono ad essere più socievoli, a differenza dei pappagalli. In generale, i psittaciformi (pappagalli) preferiscono vivere con soggetti della stessa specie.

Le calopsitte sembrano sopportare bene la presenza dei parrocchetti ondulati

Teoricamente i fringillidi che in natura vivono alle stesse latitudini (uguale clima), possono convivere nelle voliere. Mi riferisco, tra gli altri, ai cardellini, verdoni, venturoni, lucherini, fringuelli, spinus.

la nostra scelta

Consigli utili

Se si alleva con lo scopo di selezionare una razza e raggiungere risultati a mostre e concorsi, allevare in voliera è fortemente sconsigliato, così come affrontare il periodo di riproduzione in questo modo. Una riproduzione in voliera difficilmente viene gestita in maniera adeguata, a partire dalla formazione delle coppie fino allo svezzamento. Addirittura i periodi di riproduzione potrebbero non coincidere da specie a specie.

la nostra scelta

Curiosità

Negli ultimi anni sempre più allevatori e appassionati tengono nelle voliere delle quaglie cinesi che popolano soltanto il fondo della gabbia beccando tutto il tempo in cerca di cibo. 

Quali uccelli possono convivere in voliera

Quali uccelli possono convivere in voliera

linkografia immagini

immagine di pubblico dominio: https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/9/9b/Budgerigars_and_Cockatiel.jpg


In questa pagina sono presenti link di affiliazione che garantiscono a questo sito una piccola quota di ricavi, senza variazione del prezzo per l’acquirente.


orniinfo

Ciao visitatore, mi chiamo Michele e sono il fondatore di orniinfo.com. Sono un "Millenials" e studente universitario. La mia passione per l'ornitologia nasce a 20 anni, quando ho iniziato a prendermi cura del canarino di mio padre. Ho studiato su molti libri sull'ornitologia e l'esperienza acquisita fa sì che riesca a dare molti consigli a allevatori e birdwatchers, soprattutto a chi è alle prime armi.

0 Comments

Lascia un commento

Avatar placeholder

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *